Riscaldarsi in tempi di crisi: il pellet è la soluzione

La nostra azienda è dell’opinione che una stufa a pellet faccia risparmiare fino al 40% in più rispetto ad un impianto di riscaldamento tradizionale. Tale certezza ci è data da anni di esperienza in questo settore che sta costantemente crescendo.

Per fronteggiare la crisi molte famiglie hanno deciso di iniziare a utilizzare il pellet. Ne vale davvero la pena?

Ma il pellet può rappresentare la soluzione per chi cerca di risparmiare qualche euro sulla bolletta di luce e gas?

 

 

La nostra azienda, confrontando diverse tabelle e prospetti, vuole far conoscere ai nostri clienti il reale costo del pellet in relazione ad altri metodi di riscaldamento.

Oltre ad avere il riscontro teorico di articoli e ricerche, non dimentichiamo che ad avvalorare la nostra tesi ci sono le opinioni positive di tutti i nostri clienti che riportano sempre una testimonianza a favore dei nostri prodotti di qualità.

 

Premesso che questo articolo vuole fare un confronto puramente economico e non di resa, diamo uno sguardo alla tabella su cui sono stati inseriti i combustibili più utilizzati ed il relativo costo per unità di misura. E’ inutile dire che ilcosto del pellet e quello della legna diminuisce se si acquistano grosse quantità, con la possibilità di risparmiare un ulteriore 10% sul costo del riscaldamento per la vostra abitazione.

COMBUSTIBILE

COSTO (IVA INCLUSA)

PELLET

0,23 €/Kg
METANO

0,78 €/m cubo

GPL

0,72 €/l
GASOLIO

1,10 €/l

LEGNA

0,14 €/kg

Nonostante il costo della legna sia decisamente inferiore a quello del pellet, c’è da fare qualche considerazione al riguardo: la resa del pellet è sicuramente superiore alla legna, almeno del 10%. Se a ciò si aggiunge il fatto che la stufa a pellet, una volta programmata, non ha bisogno di alcun tipo di manutenzione, la scelta del pellet è quasi d’obbligo. Eppure c’è chi continua a scegliere la legna, per il solo piacere di accendere manualmente il fuoco, alimentarlo, curarlo, seguirlo, spegnerlo, oppure semplicemente perché ha legna da ardere gratis.

Nella tabella di cui sopra il prezzo di metano, GPL e gasolio sono stati calcolati senza eventuali spese fisse che invece vengono aggiunte in bolletta ogni due mesi, e il cui valore ammonta a circa il 30% del totale della bolletta.

 

Queste piccole considerazioni fanno pendere l’ago della bilancia a favore del pellet… e voi cosa ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Contattaci

Non siamo online in questo momento. Ma puoi inviarci una email e risponderemo prima possibile.

Ciao! Domande, curiosità, chiarimenti? Saremo felici di aiutarti!

Premi INVIO per chattare